Domenica, Luglio 18, 2010

Obaasan

elderly_japanese_w_1676445c.jpg Le おばあさん obaasan, le vecchiette giapponesi ultra settantenni sono incredibilmente forti ed ostinate. Si aggirano ovunque per le città, da mattina a sera e non conoscono ostacoli di sorta.
Nelle superaffollate stazioni di Tokyo, per strada e nei negozi le obaasan bassine, magre e un po’ curve, ti guardano con noncuranza e vanno dritto al loro scopo. Sugli autobus e dentro i treni poi, adottano il loro stile inconfondibile e riescono a trovare sempre il modo per arrivare prime a sedersi.
Giustamente puntano dritto verso i posti riservati agli anziani, i famosi Silver seat che ogni tanto tuttavia, sono già occupati.
Ma ecco cosa può accadere, raramente ovvio, eppure succede…..
Leggo la notizia dal quotidiano britannico Telegraph che racconta l’avventura della sessantaseienne Tamiko Masuda .
L’altro giorno, la signora Tamiko, che gestisce un condominio a Nagasaki, doveva essere di umore pessimo, perché salita sul bus e secondo le testimonianze di alcuni passeggeri, ha assalito con il suo ombrello uno studente.
Il ragazzo non si era alzato per lasciarle il posto ed occupava proprio i posti riservati agli anziani.
La signora non ci ha pensato su due volte e con uno scatto degno di un leone ha cominciato a colpire il diciottenne, con l’inseparabile ombrello da stagione delle piogge ed oltre a procuragli diverse contusioni gli avrebbe anche spaccato il naso.
La Polizia rivela che dopo averla arrestata, la giovane nonnetta tutto fuoco si è rifiutata di ammettere ed anche di negare le accuse ma avrebbe affermato di essere già incorsa in incidenti simili altre volte.
Il fatto successo nella città di Nagasaki, è piuttosto sintomatico del divario sempre maggiore che esiste fra le generazioni in Giappone.
Gli anziani sono ormai una grande percentuale degli abitanti del Paese e si aspettano un comportamento rispettoso da parte dei giovani, che invece cominciano a perdere le così dette, buone maniere.
Però, che tempra la signora Tamiko !
Condividi