Venerdì, Giugno 25, 2010

Blue Samurai

sw20100625x1a.jpg Impossibile non esultare per la vittoria strameritata della squadra nipponica in campo ieri a Rustenburg, Sud Africa, contro la Danimarca.
Con due tiri da campioni Keisuke Honda e Yasuhito Endo hanno assicurato al Giappone il passaggio al secondo giro della Coppa del Mondo. Adesso non resta che aspettare il 29 giugno quando i ragazzi allenati da Takeshi Okada dovranno incontrare il Paraguay a Pretoria.
Che bellezza vedere i Samurai Blu iniziare il loro primo tempo brillantemente e proseguire sempre meglio fino a quando Honda, grazie ad una punizione, riesce a fare goal da 30 metri di distanza.
Il giocatore del CSKA Moscow avrebbe potuto ripetere l’impresa mezz’ora dopo ma ha preferito lasciare la palla a Endo che ha tirato un altro potentissimo calcio in porta lasciando senza potere il portiere danese.
La squadra danese ha poi accorciato le distanze solo 9 minuti prima della fine del secondo tempo ma a tre minuti dal novantesimo,
Shinji Okazaki ha segnato il 3 a 1, decretando il definitivo bellissimo successo del Nippon team
Che dire? Campioni che vanno e nuovi campioni che vengono. Così è.
E sarebbe bellissimo vedere la squadra giapponese arrivare ancora più avanti in questi mondiali.
Un augurio ai ragazzi nipponici, nuovi samurai vestiti di blu dai capelli di ogni colore.
L’estetica giapponese per fortuna non lascia da parte neanche il mondo del calcio.
In Giappone la forma non è un’opinione.
Come sono contenta, non capite quanto!
Condividi

Giovedì, Giugno 17, 2010

Nicola Formichetti

nicola.jpg Notizia fresca fresca e sorprendente: un nome italiano per il nuovo direttore artistico della Maison Thierry Mugler.
Fin qui niente di straordinario, tranne il fatto che Nicola Formichetti è nato in Giappone da mamma giapponese e papà italiano, è cresciuto tra Tokyo e l’Italia ed ora a soli 33 anni ha casa e negozio a Londra, New York, Tokyo e…..presto a Parigi.
Figlio di culture global non ha avuto difficoltà ad emergere creativamente e con una carriera velocissima è oggi uno degli stilisti di moda maschile più richiesti al mondo.
Prova ne sia che sta per occuparsi del marchio Mugler.
Ma non solo, lui è senior fashion-editor per Dazed & Confused, Another Man e Another, nonché direttore artistico di Vogue Hommes Japan.
Lavora parecchio come consulente per moltissimi fashion brands tra cui Issey Miyake, Dolce & Gabbana, Prada, H&M, Uniqlo.
E veste odierne star visual più famose come Lady Gaga e Justin Timberlake.
Personalmente gli piace vestire con capi comodi e predilige quelli di Uniqlo , brand economico giapponese che si spera possa presto approdare anche da noi in Italia.
Leggendo riviste sparse per i giornali on line e i blogs pare che ami molto Londra, i ristoranti giapponesi di Soho, i jeans Levis ed il negozio Muji.
Auguri Nicola kun, ma che dite, parlerà in italiano, giapponese o solo inglese?

Condividi

Mercoledì, Giugno 16, 2010

Hayabusa

llust06_large.jpg La navicella spaziale Hayabusa è atterrata domenica 13 giugno, puntuale come un treno Shinkansen.
E ha illuminato il cielo sopra una zona desertica del sud dell’Australia (Woomera Prohibited Area) per diversi minuti, creando una lunga scia luminosa prima di scendere sulla Terra attaccata ad un paracadute.
Era stata lanciata nel Marzo del 2003 con lo scopo di raggiungere l’asteroide Itokawa che dista 300 milioni di chilometri dalla Terra.
Raggiunta l’asteroide nel novembre 2005, la navicella spaziale della JAXA (Japan Aerospace Exploration Agency ) ha poi iniziato il viaggio di ritorno nell’aprile del 2007.
La navicella adesso si trova in una base scientifica di Woomera dove il personale della base la sta preparando per essere riportata in Giappone per studi approfonditi.
Verranno infatti analizzati i campioni di asteroide che dovrebbero trovarsi a bordo della navicella.
Questi campioni potrebbero consentire agli scienziati di capire molto meglio cosa siano realmente gli asteroidi, inoltre potrebbe fornire nuove importanti informazioni sulla formazione del nostro sistema solare in quanto gli asteroidi sono delle parti rilasciate da pianeti e lune.
Fino ad ora nessun centro studi aveva mai potuto analizzare dei campioni di asteroide ma solo di meteoriti.
Hayabusa ha dunque compiuto un’impresa straordinaria. Ora si tratta di aprirla e di verificarne il contenuto.
Intanto la JAXA ha richiesto al Guinness World of Records che ha base a Londra, di riconoscere il viaggio della navicella spaziale giapponese come il primo round trip verso un corpo celeste che non sia la Luna ed anche per il volo più lungo mai effettuato in precedenza.
Auguriamoci allora che dentro la navicella ci siano davvero piccole parti di asteroide!

Condividi

Lunedì, Giugno 14, 2010

Festival delle Lucciole

grave-of-the-fireflies.jpg

La stagione dei まつり Matsuri, è cominciata e l’estate è alle porte.
Uno dei Festival più scenografici e curiosi è quello che si svolge al Tempio Tsurugaoka Hachimangu a Kamakura, l’antica capitale a pochi chilometri da Tokyo.
Qui sabato scorso alle 7.30 di sera, quando è già buio da un po’, 10 ragazze hanno liberato 1.500 lucciole fra la meraviglia e la gioia dei partecipanti all’evento.
Per prepararsi al Festival delle lucciole, che in giapponese si chiamano
はたる Hotaru, il personale del tempio scintoista, rilascia ogni primavera delle larve di lucciole nello stagno, anche come gesto di prevenzione ambientale.
Già verso la fine di maggio, non appena la temperatura comincia a salire, appaiono le prime lucciole adulte e poi arriva la grande notte del Matsuri quando la luce sprigionata dalle migliaia di Hotaru, riempie l’aria di magia.
Condividi

Lunedì, Giugno 7, 2010

Japan in Love

jsc_kogal_illo.jpg Sono in tanti ad amare il Giappone, soprattutto la sua subcultura.
Certo, alla mostra dello scorso anno esposta a Roma e dedicata a Hokusai, sublime artista del Periodo Edo, ci sono stati moltissimi visitatori, così come durante lo spettacolo di Teatro No svoltosi a Milano durante MITO.
Ma i ragazzi non nipponici, di quella Terra amano ciò che potremmo siglare come MASK- Manga, Anime, Sushi e Karaoke-.
Le esportazioni vincenti del Giappone, quelle invenzioni che non conoscono crisi e che le giovani generazioni del pianeta condividono e adorano.
A dimostrazione di quanto affermo potrei scrivere e scriverò fiumi di parole ma per il momento mi soffermo su quanto più vicino:
Japan in Love il Festival dedicato a spizzichi della subcultura giapponese che si svolgerà a Chiaravale, in Provincia di Ancona fra pochi giorni.
Venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 giugno in una ridente cittadina delle Marche, sembrerà di trovarsi un po’ sulla Takeshita Dori di Tokyo e la sera sulla Omotesando Dori, due strade più in la, sempre Harajuku, sempre Tokyo Young.
Il Festival è al secondo anno di vita e si deve all’iniziativa ed al molto lavoro di Luca Marcelli, Davide Scirocchi molti altri ragazzi, sostenuti anche dall’Assessorato alle politiche Giovanili del Comune, lungimirante, di Chiaravalle, Provincia e Regione.
Questi ragazzi che sognano di riuscire presto a farsi un bel viaggio a Est, magari per il raduno nazionale di Cosplay a Nagoya, o per perlustrare Akihabara per giorni e giorni cercando tutti i numeri del loro Manga preferito in versione originale, hanno organizzato con passione una tre giorni varia, ricca, interessante e divertente.
Propongono proiezioni di alcuni film di Hayao Miyazaki incontri con esperti, scrittori e sociologi, performances, concerti, mostre d’arte, dimostrazioni di arti marziali, laboratori e workshops.
Una no-stop di pre inizio estate che sono certa riuscirà benissimo !
がんばってください!n191194617250_6931.jpg

http://www.nihonmagazine.com/comunicazioni/japan-in-love-programma-ufficiale
Condividi