Domenica, Ottobre 24, 2010

Ningyō, bambole giapponesi

ningyo_bambole_giappone.jpg
Dal 13 di Novembre a Torino, in un antico Palazzo del centro storico, sarà possibile avvicinarsi all’Universo NINGYŌ .
Il vastissimo e ricco mondo delle Bambole Tradizionali giapponesi.
Anche per quanto riguarda le bambole, i giapponesi riescono a stupirci per la notevole quantità e qualità artistica dei soggetti e per l’infinita complessità che caratterizza quello che ovunque nel mondo è sempre stato considerato principalmente un gioco.
In realtà non esiste un altro luogo in cui le bambole abbiano goduto e tuttora ricoprano, un ruolo così importante.
Sappiamo bene come dalla notte dei tempi l’uomo abbia rappresentato la propria cultura anche attraverso la costruzione di bambole di stoffa e di altri materiali semplici, ma mai come in Giappone le ningyō riescono chiaramente e dettagliatamente a farci conoscere quella che era ed è, la vita delle persone, dall’antichità ad oggi.
Cerimonie, rituali, spiritualità, superstizioni, feste e ricorrenze, ruoli sociali……..
Tutto questo ci viene raccontato dalle Ningyō.
Negli anni trascorsi in Giappone sono tantissime le tipologie di bambole che ho visto durante le feste come Hina Matsuri la festa delle bambine del 3 marzo, o il 5 maggio, giorno del Kodomo no Hi , la festa dei bambini.
Moltissime di queste mi hanno attirato ed affascinato per l’indubbia bellezza ma soprattutto per l’uso che se ne fa.
Infatti non sono solo i bambini a far parte di questo mondo, a giocare con esse, anzi, è il mondo degli adulti che continua a intrattenere con Ningyō un rapporto che dura tutta la vita e che viene poi lasciato in dono ai figli.
A tutti quelli interessati a conoscere meglio le Goshō, Hina, , Isho e molte altre Ningyō, non resta che arrivare a Palazzo Barolo, dove fino al 19 dicembre è aperta la mostra.
Oltre all’esposizione di alcuni esemplari di bambole, sia della collezione del Consolato Giapponese di Milano, sia di privati collezionisti, vengono proiettati video, organizzati seminari di approfondimento e laboratori.
E naturalmente è stato appena finito un ottimo catalogo della mostra, di cui ho potuto scrivere l’introduzione, che sarà disponibile sia durante l’esposizione sia sul sito dell’Associazione e Scuola d’arte Orientale Yoshin Ryu , firma dell’organizzazione e della progettazione dell’evento.
Fra l’altro questa è solo la prima di più mostre previste sull’argomento. Si sta già lavorando all’esposizione del prossimo anno, in cui si mostreranno delle bambole molto speciali…….non posso anticipare nulla di più.
Non pettinatele le bambole, venite a vederle!

Condividi