Sabato, Ottobre 9, 2010

Blue Samurai

Un venerdì sera da urlo allo stadio di calcio di Saitama.
blue.jpg
La nazionale giapponese ha infatti battuto l’Argentina con un secco 1-0 e con grande gioia del nuovo team manager dei Blue Samurai, l’italiano Alberto Zaccheroni .
L’incontro amichevole è stato seguito da una folla di 54.735 spettatori, attentissimi alle prodezze di campioni come Lionel Messi e Diego Milito.
Ma è stato il giocatore giapponese Shinji Okazaki a far esultare il pubblico, quando al 19° minuto del primo tempo, è riuscito a segnare il goal della vittoria.
Un bel risultato per la formazione giapponese e per il nuovo team manager, al suo attesissimo debutto.
D’altra parte Zaccheroni è riuscito a far tendenza già dal suo arrivo in Giappone, come si legge sul settimanale del quotidiano Asahi Shimbun, che a settembre parlava dell’allenatore italiano come - dell’allenatore più figo, anche se italiano e piccoletto-.
Perfino il suo modo di vestire pare piacere ad alcuni esperti del settore, anche se molto discutibili.
L’ agenzia ANSA riporta che Fukumi Megumi, firma di una rubrica intitolata Fashion check, sostiene che Zaccheroni abbia - Uno stile a tratti banale ma che a guardarlo bene, crea atmosfera, ed è disinvolto-.
Torniamo al calcio e alla partita di ieri a Saitama…. Davvero niente male come debutto del Giappone, post Campionato del mondo.
Da quanto si legge sui quotidiani nipponici, il Giappone ha meritato la vittoria perché in campo la squadra è stata vivace, motivata e coraggiosa.
Parlo raramente di calcio e riesco a guardare con interesse solo le partite del Campionato del Mondo, perché questo sport ha perso molto del suo fascino in questi ultimi decenni.
In Europa è diventato impossibile andare in un qualsiasi stadio, tranquillamente, per divertirsi e godersi lo spettacolo.
In Giappone invece, oltre ad esserci vero entusiasmo per uno sport di pochissima tradizione nel luogo, c’è anche rispetto e divertimento.
E i risultati si vedono !

Condividi