Mercoledì, Aprile 28, 2010

Fallo a casa tua

856_540jpg.gif

pubblicato da il Venerdì, 2009
Preferisco dire dove fare qualcosa invece che proibire un’azione- racconta il graphic-artist Bunpei Yorifuji, autore di poster che invitano alle buone maniere nelle えき stazioni e nelle carrozze della
ちかてつ subway di Tokyo.
Perfino nell’educatissima capitale giapponese, i passeggeri hanno incominciato ad essere meno formali e hanno preso delle cattive abitudini, alle quali si cerca di mettere un freno.
I soliti avvisi che solitamente riempiono gli spazi pubblici nelle varie metropoli del mondo non servono molto a raggiungere lo scopo. Così da aprile dello scorso anno fino ad oggi, il 35enne Bunpei ha disegnato un poster al mese, a sfondo giallo evidenziatore con in nero, l’immagine di un tipico salary-man con tanto di occhiali e di una giovane office-lady in pose ed atteggiamenti “ sconvenienti” con l’unica e chiara scritta in alto che dice: Uchi de Yaru, ovvero
Fallo a casa tua , Fallo al pub e così via.
Un messaggio netto e davvero conciso che oltre a far riflettere, diverte e pare sia persuasivo più dei divieti già collaudati.
Fra le varie cose da fare solo a casa propria ci sarebbe quella di sdraiarsi ubriachi sui sedili, di fare make-up inoltrato ad occhi e labbra, di parlare al cellulare, di indossare zaini sulle spalle e anche di far sgocciolare l’ombrello bagnato sulle gambe dei vicini.
Condividi