Giovedì, Marzo 18, 2010

Hello Kitty the Show

Pubblicato su Repubblica Torino, 4.3.2010
logo-hellokittysanrio.jpg
Il colore dominante è il rosa intenso perché a teatro arriva Kitty ,la gattina più ricca, famosa e kawaii, かわいい del pianeta.
A farla viaggiare da casa sua, la Puroland di Tokyo, al palcoscenico è il musical tutto italiano intitolato “Hello Kitty the Show” firmato dal regista Toto Vivinetto, con le musiche, che si preannunciano ad alto volume, di Fabio Serri e le coreografie glossy e luccicanti di Alberta Palmisano.
Una produzione costosissima, circa 3 milioni di euro, che ha conquistato la fiducia della Sanrio, la casa madre nipponica di Hello Kitty, che segue e controlla dettagliatamente ogni mossa della micina preferita da milioni e milioni di bambine, ragazze, mamme e nonne di tutto il mondo dal Giappone a ritroso per l’enorme Asia, l’Europa e le Americhe.
Insomma Hello Kitty, dal piccolo portafoglio rosso degli esordi negli anni settanta, ad un musical tutto cucito addosso al suo successo che in questo caso si traduce in 20 ballerini, tre Kitty Girls, video, luci, lustrini, cambi di scena impressionanti,musica rock, punk, dance, elettronica e per alleggerire leggermente, melodie pop.
Ma la storia ?
“-La nostra è una proposta molto originale, abbiamo voluto che Hello Kitty entrasse in un musical e che non si rivolgesse solo alle bambine” racconta il regista dello show Toto Vivinetto -” Lo stile dello spettacolo è molto moderno, c’è naturalmente la presenza di Kitty, ma le ragazzine sono anche coinvolte dai sogni delle tre protagoniste, le Kitty Girls, che riescono a realizzare i propri desideri e a superare prove difficili, grazie ai consigli semplici e spontanei di Hello Kitty.”
Ecco pronta la favola: tre ragazze che inseguono i propri sogni e che hanno come icona di stile la gattina.
Effettivamente questo è quello che è diventata Hello Kitty per le over 18, un’icona da portare addosso in T-shirt, borse, orologi, collanine, orecchini, perché lei è carina, dolce, ingenua, molto presente e soprattutto, conquista.
Da Paris Hilton a Mariah Carey alle nostrane Cristina Chiabotto e Simona Ventura, sono ormai tantissime le” famose” che non possono fare a meno di un gadget con la faccina senza bocca e tutto cuore di Hello Kitty.
E questo vale a maggior ragione per Selene Scarpolini, una delle tre H.K.Girls ”- Sono contentissima di essere in questo musical, viverlo da dentro è come stare in un sogno perché l’ambientazione è fantastica e lavorare con tutti i ballerini e le mie compagne Marina Maniglio e Tania Tuccinardi è un’esperienza che mi sta regalando grandi emozioni”-
Ma le bambine la vedono Hello Kitty nel vostro musical?
-” Si certo, e quando Kitty entra in scena si sente eccome, le ragazzine la chiamano, applaudono e sono felici di poterla vedere e sentirla parlare.
Ad un certo punto dello show poi, Kitty va in sala e lì è davvero un momento emozionante per il pubblico “-.
Lo show ha debuttato a Milano il 9 febbraio scorso, ha toccato poi Torino il 6 e 7 marzo e girerà per molte città italiane fino al 9 maggio.
Dopo averlo visto un consiglio: è più indicato alle ragazze che alle bambine, sappiatevi regolare!
Condividi